Eutanasia, Gasparri (Fi): si apra subito confronto in Parlamento

Tor

Roma, 10 set. (askanews) - "Ho sollevato in aula, nel corso del dibattito sulla fiducia, il problema dell'eutanasia. Non si può lasciare questa decisione alla Corte Costituzionale che si sovrapporrebbe, con la sua eventuale decisione del 24 settembre, alla libera volontà del Parlamento".Lo dichiara il senatore Fi Maurizio Gasparri.

"Conte, pur in maniera molto complicata e poco nitida - ha proseguito- ha ribadito l'importanza del ruolo del Parlamento. A questo punto sia la Corte Costituzionale a prendere atto della priorità dell'organo democratico e rappresentativo del popolo italiano ed eviti decisioni che impedirebbero un libero confronto nelle sedi parlamentari. Che del resto però deve essere accelerato, con una assunzione di responsabilità da parte di ciascuno, comunque la pensi. Si è aperta un'opportunità, va colta. Per evitare che un intervento non basato su un confronto libero e democratico imponga una scelta che invece compete al Parlamento. Usiamo questo spiraglio per rivendicare la sovranità di una libera assemblea".