Eutanasia, Grillo: "Lasciamo scegliere"

webinfo@adnkronos.com

"Non capisco e non capirò mai come possa venire in mente di metterci a dettar legge al mistero triste e fabbricare impicci e cavilli vari per ostacolare quelle pochissime scelte che restano alla fine". Lo scrive Beppe Grillo in un post del suo blog in cui racconta dell'incontro con un paziente in ospedale.  

"Non ficcate il naso nelle cose degli altri sino a questo punto, non siate estremi anche nella bacchettoneria. Correte a sorridere a queste persone, fatele ridere, provateci perlomeno, create qualcosa per loro, inventatevi un nido per quella solitudine. La fine, la solitudine e l’abbandono nella sofferenza: o fate qualcosa oppure fatevi soltanto gli affari vostri!", prosegue Grillo. 

"Non andate a confrontarvi i vestiti buoni per partecipare a tiritere sull’etica e discussioni profonde sullo strazio. Lasciate perdere comitati di discussione, so che è difficile, ma basta lasciare che ve ne freghiate come ve ne freghereste di quell’uomo -scrive ancora Grillo-. Proviamo a chiamarlo di nuovo 'Signore' e lasciamogli scegliere quello che ritiene il meglio per sé".