Eutanasia, Quagliariello: "Suicidio di Stato"

webinfo@adnkronos.com

“E’ inutile girarci attorno: da stasera non abbiamo il trionfo dell’autodeterminazione ma, completando l’opera avviata con la legge sulle Dat, il suicidio di Stato conclamato”. Lo dichiara il senatore Gaetano Quagliariello, leader di ‘Idea’, commentando la sentenza della Corte costituzionale sulla questione della punibilità dell'aiuto al suicidio sollevata dai giudici per la vicenda di Marco Cappato sul caso di Dj Fabo. 

“La sentenza della Corte Costituzionale, di cui attendiamo il deposito per una compiuta cognizione – prosegue –, smentisce coloro che nel fronte ‘pro life’ ritenevano che questo momento non sarebbe mai arrivato e per questo hanno fatto perdere tempo prezioso e direi ‘vitale’. E smentisce quanti, anche nelle aule parlamentari, avevano negato che la legge 219 sulle Dat contenesse in sé il principio eutanasico. Ci auguriamo che tutti, nel fronte dei difensori della vita – conclude Quagliariello -, prendano atto della situazione e siano pronti a salvare il salvabile senza massimalismi, tatticismi e dilazioni”.