Eutanasia: Sinistra italiana in comitato promotore referendum

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 22 mag. (Adnkronos) – Sinistra italiana è fra i promotori del referendum per l’eutanasia legale promosso dall’Associazione Luca Coscioni. Lo annuncia un comunicato stampa al termine della riunione della Direzione nazionale del partito svoltasi oggi in modalità online.

"La proposta referendaria -spiega la nota- riguarda l’abrogazione parziale dell’articolo 579 del Codice penale, sul cosiddetto omicidio del consenziente, l’unica fattispecie che nel nostro ordinamento assume un ruolo centrale nell’ambito delle scelte di fine vita, dato che non esiste una disciplina penale che proibisca in maniera espressa l’eutanasia. In particolare con il referendum parzialmente abrogativo dell’articolo 579 si va quindi sia a distinguere l’aiuto al suicidio, sia a depenalizzare l’eutanasia, attualmente vietata dalla fattispecie di omicidio del consenziente".

“Questa battaglia di civiltà viene da lontano, ricordiamo come nel 2013 fu depositata la proposta di legge di iniziativa popolare per l’eutanasia legale (furono raccolte 140mila firme), ma fino ad oggi il Parlamento non ha voluto farsene carico. Non sono serviti neppure i richiami a legiferare formulati dalla Corte costituzionale". La raccolta delle firme inizierà nel mese di luglio.