Eventi sportivi Lombardia, approvati i criteri per i contributi

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 25 gen. (askanews) - Ammonta a 675.000 euro il finanziamento per il sostegno ai grandi eventi sportivi 2021 deliberato oggi dalla Giunta della Regione Lombardia. Nella stessa seduta sono stati approvati anche i criteri per la loro concessione. "Si tratta - ha commentato Antonio Rossi, sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia - di appuntamenti importanti tanto per le discipline interessate quanto per la nostra economia. Vere e proprie vetrine sul mondo che mettono in risalto le bellezze dei territori e ne esaltano l'attrattività, grazie alla cassa di risonanza dei media".

"In quest'inizio di 2021 - ha commentato Rossi - i primi eventi internazionali legati allo sport si sono, purtroppo, dovuti disputare a 'porte chiuse', a causa dell'emergenza Covid. Speriamo che presto il grande pubblico possa tornare ad aggiungersi agli atleti e ai tecnici. Il turismo collegato alle manifestazioni sportive è prezioso per aiutare a far ripartire l'indotto legato all'ospitalità, all'artigianato, alla cultura e all'agroalimentare di tanti nostri territori. Nel frattempo, grazie anche al contributo della Regione, la televisione, i siti Internet, le radio e la stampa specializzata continueranno, comunque, a far conoscere a milioni di appassionati sparsi per il mondo le nostre bellezze, attraverso i racconti delle prove ospitate. Norme sul Covid permettendo, la Lombardia è pronta già oggi a ripartire ad accogliere milioni di persone, anche con l'aiuto della vetrina garantita dai grandi eventi sportivi".

Lo stanziamento regionale punta a sostenere l'organizzazione dei grandi eventi sportivi e, tra l'altro, la realizzazione delle infrastrutture destinate a ospitare il pubblico. Anche per questo motivo e alla luce dell'emergenza Covid, la cifra complessiva è stata ridotta a 675.000 euro rispetto alle previsioni iniziali, con la prospettiva, però, di essere aumentata in una fase successiva. Gli stanziamenti possono variare da 30.000 sino a 300.000 euro per appuntamento, a seconda della sua importanza.