Evergrande, Sisci: "Nuova Lehman Brothers? No, ma effetto sfiducia generalizzato forse"

·1 minuto per la lettura

Evergrande, la nuova Lehman Brothers cinese? Il gruppo immobiliare cinese si avvicina al default. Ma "il sistema finanziario cinese non è direttamente collegato al sistema mondiale. Non ci può essere un fuga di capitali da Evergrande. Non possono scappare dalla Cina per una serie di barriere commerciali e anche finanziarie", dice all'Adnkronos il sinologo Francesco Sisci, professore di geopolitica alla Luiss, che esclude un "effetto Lehman Brothers diretto", un ripetersi della storia del 2008, e parla invece dei rischi di un "effetto di sfiducia generalizzato", dell' 'assenza' del governo di Pechino.

Il problema, osserva, è che di fronte al rischio crack del colosso cinese "il governo non è ancora intervenuto, non ha detto niente e non si sa se e quando interverrà". Una situazione che, secondo Sisci, "può diventare preoccupante". Questo, prosegue, "non crea una fuga di investimenti dalla Cina, ma una sfiducia progressiva e generalizzata sulle azioni cinesi, sulle aziende cinesi".

E le ripercussioni rischiano di essere "gravi" perché non c'è in ballo solo "l'immagine" dal momento che, continua Sisci, "la Cina ha decine di aziende quotate fuori, da New York a Londra, ma anche a Hong Kong" e "se si diffondesse un dubbio sull'azione del governo cinese naturalmente questo avrebbe un effetto generalizzato su tutte le aziende cinesi quotate all'estero".

Finora, prosegue il sinologo, "il governo cinese non è intervenuto perché è estremamente complicato". Sisci parla di quello che è un problema "più generale del mercato immobiliare cinese". Un "mercato molto opaco dove - continua - il potere dei governi locali, delle banche locali prevale sull'ordine del mercato, sugli acquisti effettivi compiuti dalla classe media". E, conclude, "intervenire in un mercato così distorto non è facile"..

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli