Ex CEO di T-Mobile propone di "salvare" Twitter, Elon Musk rifiuta

(Adnkronos) - Elon Musk, nuovo proprietario di Twitter, ha rifiutato un'offerta dall'ex CEO di T-Mobile US, John Legere, di collaborare all'aspetto tecnico del social network per migliorarne l'infrastruttura. In uno scambio avvenuto proprio sul social , Legere ha fatto presente a Musk che con la giusta tecnologia Twitter potrebbe sollevarsi dall'onere di gestire la moderazione dei contenuti, lasciando molto più tempo al nuovo CEO di occuparsi della crescita economica dell'app blu. Musk ha risposto laconicamente "no", aggiungendo che Twitter, almeno nella sua essenza, è sia una compagnia di software che di server. Alla discussione ha preso parte anche Marcelo Claure, ex CEO di Sprint, che ha detto che sarebbe pronto a investire 100 milioni su Twitter qualora Legere entrasse nell'affare. La situazione per Elon Musk è complicata, visto che le sue prime decisioni come CEO hanno portato il caos in una compagnia già in odore di bancarotta.