Ex-Ilva, Conte: "Fondi Recovery per transizione energetica"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Tornerò e dedicherò una giornata all'ex Ilva, sono già stato allo stabilimento due volte. La nostra posizione è che stiamo lavorando in questo negoziato, abbiamo coinvolto la parte pubblica, c'è Invitalia che sta lavorando con Arcelor Mittal per gli obiettivi che ci siamo proposti". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte in un punto stampa a Taranto spiegando che intanto oggi sono previsti incontri con "tutte le associazioni sindacali dell'Ex-Ilva e con le famiglie tarantine".

"Chiudere un polo siderurgico è un problema di sistema ma noi vogliamo accelerare, vogliamo accelerare la transizione energetica e preservare l'occupazione. Ora arrivano i soldi del Recovery fund, abbiamo la possibilità di farlo, costruire un alternativa è possibile" . "Noi abbiamo ereditato una procedure per una gara in conclusione. Abbiamo richiamato gli Arcelor Mittal alla responsabilità. Oggi non è pensabile gestire un impianto del genere senza avere cura delle ricadute sociali e della sostenibilità. ma questo lo vedremo alla fine del negoziato. La posizione del governo è ferma, se il negoziato non darà frutti e non consentirà di raggiungere gli obiettivi, ne trarremo tutte le conseguenze".