Ex Ilva, Di Maio: scudo falso problema, Mittal rispetti contratto

Coa

Roma, 26 nov. (askanews) - "Quando siamo arrivati noi questa multinazionale voleva prendere l'Ilva e licenziare anche 3.500 persone. Noi gli abbiamo fatto firmare un secondo contratto per migliorare le condizioni ambientali. Dopo un anno Mittal ci dice che se ne vuole andare con la scusa dello scudo penale. La verità è che hanno fatto male i conti". E' quanto ha detto oggi il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, in un'intervista ad Agorà, su Rai3, commentando il caso dell'ex Ilva.

"Lo scudo penale è un falso problema, è uan scusa. La verità è che si sono fatti male i conti, ma nessun imprenditore in Italia lascia le cambiali da pagare allo Stato. Qesti signori devono rispettare il contratto, devono pagare", ha aggiunto Di Maio.