Ex Ilva, emendamento Italia Viva:torni scudo penale da 3 novembre

Milano, 11 nov. (askanews) - Ripristinare lo scudo penale e amministrativo per Arcelor Mittal a partire dal 3 novembre scorso e fino al termine dell'attuazione del piano ambientale. E' quanto si prevede nei due emendamenti di Italia Viva, firmati da tutti i deputati del gruppo, al decreto fiscale all'esame della commissione Finanze della Camera. Lo scudo fiscale è stato soppresso, infatti, con l'approvazione del decreto crisi dal 3 novembre.

Sul caso Ex Ilva è tornato anche il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, secondo il quale la nazionalizzazione dell'ex Ilva può essere "una pericolosa illusione" se "si pensa che lo Stato abbia la soluzione magica di assorbire da soli i costi e rilanciare l'azienda nel mercato globale".

"Se uno pensa che quando c'è una crisi industriale c'è lo stato che nazionalizza e assorbe i costi questo è una pericolosa illusione - ha sottolineato il ministro.

La pensa diversamente il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini: sarebbe "utile che dentro" la società chiamata a gestire l'ex Ilva "ci fosse anche una presenza pubblica - ha dichiarato - Il governo decida con quale strumento esserci: se Cdp o un altro fondo, così come succede nel resto d'Europa e del mondo".