Ex Ilva, F. Boccia: fallimento vecchie norme su ambiente e salute

Red/Sav

Roma, 4 nov. (askanews) - "Come dimostra il caso dell'ex Ilva, nel nostro Paese serve rivedere tutta la legislazione in materia ambientale connessa alle produzioni industriali inquinanti; le vecchie norme hanno chiaramente fallito. Il diritto alla salute, al lavoro e all'ambiente devono tenersi per mano. Ma la salute viene sempre prima altrimenti, non c'è lavoro perché non c'è vita. Su Ilva, il governo italiano, non accetterà alcun ricatto. Il contratto va rispettato. Ridefinire i poteri dello Stato centrale e delle singole regioni su un tema delicato come le politiche ambientali rientra in pieno nel progetto di autonomia differenziata che ho appena illustrato anche al governatore del Maryland, Larry Hogan, noto per le sue coraggiose battaglie ambientaliste, invitando l'organizzazione che presiede nel 2020 in Italia per il 50esimo anniversario della nascita delle Regioni. È stata l'occasione per confrontarci sul modello di legge quadro sull'autonomia differenziata che stiamo ultimando e che trasmetteremo nei prossimi giorni alle regioni e alle parti sociali". Così il ministro per gli affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, al termine dell'incontro ad Annapolis con Larry Hogan, governatore dello Stato del Maryland e presidente della National Governors Association, che coordina i governatori USA.