Ex Ilva, Faraone (Iv): Arcelor Mittal revochi decisione ritiro

Pol/Arc

Roma, 4 nov. (askanews) - "Solo qualche giorno fa avevamo espresso perplessità sul decreto Ilva firmato da Lega e M5S del Conte 1 e sulla successiva modifica proposta da Patuanelli. Lo avevamo detto al ministro dello sviluppo economico in aula ed al presidente Conte in un recente incontro a Palazzo Chigi. Oggi che arriva l'allarmante la decisione di Arcelor Mittal di volersi ritirare dall'accordo per l'acquisto di Ilva dobbiamo rilevare che è purtroppo un fatto ampiamente previsto". Lo afferma in una nota il capogruppo di Italia Viva al Senato, Davide Faraone.

"Ci sono 20 mila posti di lavoro a rischio e come sempre - prosegue - abbiamo detto: il diritto alla salute e quello al lavoro devono e possono esistere insieme. Ora Patuanelli venga in Parlamento a riferire e metta in campo tutte le misure necessarie per rilanciare l'Ilva che consideriamo un patrimonio. Quanto alla Lega che si smarca e attacca gli ex alleati: ci risulta che il primo decreto Ilva fosse nel Conte 1 e che Salvini lo abbia votato, anche se ora alza le mani",