Ex Ilva, Furlan (Cisl): non esiste piano B. Serve dl su scudo penale -3-

Red/Cro/Bla

Roma, 9 nov. (askanews) - "Basta con le ambiguità. La via legale sarebbe troppo lunga, farraginosa ed alla fine ci ritroveremmo solo la fabbrica chiusa. Dobbiamo invece privilegiare un percorso che mantenga in vita il sito e la produzione di acciaio così fondamentale per tutto il sistema produttivo nazionale. Proprio per questo credo che il Governo debba sgombrare subito il campo dalla questione dello scudo penale. Il decreto legge è la strada più breve per togliere definitivamente dal tavolo quella questione che ha animato per tanto tempo il dibattito politico", sottolinea.

"Questo anche per impedire speculazioni da parte di Arcelor ed anche nella eventualità che altri soggetti si ritrovino nelle stesse condizioni. L'importante è fare una norma, che potrebbe essere estesa a tutte le aziende che si trovano in una situazione analoga, in modo da andare avanti nei piani di risanamento ambientale senza fermare la produzione. La certezza delle regole è una condizione imprescindibile per l'attuazione degli investimenti, soprattutto da soggetti internazionali. La politica ha innescato questa miccia esplosiva, la politica ha il dovere ora di disinnescarla. Non esiste oggi un piano B. Chi parla di altre soluzioni fa solo propaganda", conclude Furlan.