Ex Ilva, Luca Telese: "Mi vengono in mente i nazisti"

webinfo@adnkronos.com

"Siamo in un momento drammatico, mi viene in mente l'ottobre del '43 quando i nazisti si volevano portare via le industrie dal nord. Perché è così la storia.". E' quanto afferma Luca Telese, ospite di Massimo Giletti a 'Non è l'arena', su La7, commentando la vicenda dell'ex Ilva. 

Per il giornalista "non è che Mittal se ne va soltanto, sta lavorando per spegnere i forni, vuole spegnere quella fabbrica non vuole limitarsi ad abbandonarla". "Eppure - continua Telese - di fronte a questa situazione trovo uno straordinario collegio di avvocati difensori: uno è Calenda, perché quella gara l'ha fatta lui e difende anche se stesso, l'altro è Sallusti che difende tutti purché siano contro il governo e terzo la Lega che poi ho scoperto aveva investito in Mittal, comprando i bond". "Ormai è chiaro che non è lo scudo il problema, il problema è che Mittal se ne vuole andare", conclude Telese.