Ex Ilva, Parisi: grave togliere lo scudo penale per i manager

Bet

Roma, 22 ott. (askanews) - "Gravissimo che salti lo scudo penale per i manager di ArcelorMittal che gestiscono Ilva. Il PD, sempre più giustizialista, subisce la linea del Movimento 5 Stelle. Zingaretti è subalterno a Di Maio e al suo partito della decrescita, che considera gli imprenditori solo un nemico da abbattere". Così in una nota Stefano Parisi, leader di Energie per l'Italia. E consigliere regionale del Lazio.

"Per Ilva - sottolinea Parisi - servono soluzioni concrete, investimenti per impianti più moderni e meno inquinanti. Maggiore autorevolezza in Europa per difendere il lavoro, le politiche di sviluppo regionali, la salute dei cittadini. Un tempo la sinistra difendeva il lavoro e i lavoratori, oggi è abbarbicata a Grillo pur di sopravvivere, anche a costo di demolire un bastione storico del nostro patrimonio industriale. Ilva non deve chiudere, dimostreremmo solo di non saper difendere il nostro interesse nazionale. Questo governo è come il precedente, cambiano gli argomenti ma la sostanza resta invariata: il Sud è dimenticato e il Paese è bloccato", conclude Parisi.