Ex Ilva: De Petris, 'sentenza storica, certa di piena innocenza Vendola in appello'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 31 mag. (Adnkronos) – "Quella di Taranto è una sentenza di importanza storica. Vengono infatti chiarite e sanzionate le responsabilità dei Riva e dei dirigenti dell'Ilva, cioè di chi in nome del profitto non ha esitato ad avvelenare un'intera città e a provocare un disastro ambientale che è costato la vita o la salute ai lavoratori e ai cittadini". Così la capogruppo di LeU al Senato, Loredana De Petris.

"Questo verdetto assume in tutta evidenza un valore generale: il rispetto dell'ambiente e della vita devono prevalere d'ora in poi sugli interessi privati e sulla logica del profitto. Il sequestro dell'area a caldo ordinato dalla Corte è un'indicazione precisa anche sul futuro dell'acciaieria. Non si può tollerare che l'Ilva continui ad avvelenare e uccidere. La riconversione green deve essere radicale e immediata".

"Ci dispiace molto, invece, per l'ex presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, della cui innocenza restiamo certi. Siamo convinti che l'assenza di responsabilità e la piena innocenza di Vendola verranno riconosciute nel processo d'appello", conclude la presidente De Petris.