Ex Ilva, "risolvere le emissioni in 30 giorni o stop a impianti"

Sav

Roma, 27 feb. (askanews) - La Arcelor Mittal deve "individuare gli impianti interessati dai fenomeni emissivi", dovuti alle lavorazioni nello stabilimento ex Ilva di Taranto, "eliminando gli eventuali elementi di criticità e le relative anomalie entro 30 giorni" altrimenti si dovranno "avviare e portare a completamento, nei tempi tecnici strettamente necessari a garantirne la sicurezza, e comunque non oltre 60 giorni, le procedure di fermata degli impianti Altiforni, Cokerie, Agglomerazioni, Acciaierie" e "procedere, laddove necessario per finalità legate a ragioni di sicurezza, alla sospensione/fermata delle attività inerenti gli impianti funzionalmente connessi agli impianti di cui sopra". È quanto prevede una ordinanza firmata oggi dal sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci.