Ex One Direction vs Grammy: "Il prossimo anno vi manderò una scatola di confetti"

·2 minuto per la lettura
zayn malik grammy corruzione
zayn malik grammy corruzione

Zayn Malik, ex dei One Direction, ha pubblicato qualche tweet al vetriolo contro i Grammy. Il cantante accusa la manifestazione di corruzione, sostenendo che la partecipazione/nomination di un’artista sia vincolata solo ed esclusivamente da favoritismi.

Zayn Malik contro i Grammy

L’ex One Direction Zayn Malik si è scagliato contro i Grammy, accusando lo staff di corruzione. Qualche mese fa anche The Weeknd aveva mosso le stesse accuse, così come Bebe Rexha, che ha dichiarato che le statuette dorate hanno un prezzo. Attraverso il suo profilo Twitter, Zayn ha tuonato:

“Vaff****ulo i Grammy e tutti i loro associati. A meno che tu non stia lì a stringere mani e mandare regali, non prendono neanche in considerazione di darti una nomination. Il prossimo anno vi manderò una scatola di confetti”.

Poco dopo, Malik ha condiviso un altro messaggio cinguettante, spiegando meglio la sua posizione. Ha scritto:

“Il mio tweet non è personale, ma riguarda la necessità di inclusione e la mancanza di trasparenza nel processo di nomina, che consente ai favoritismi, al razzismo e alla politica di influenzare il processo di voto”.

Zayn crede di non aver ricevuto nessuna nomination perché i Grammy sono corrotti e vengono presi in considerazione soltanto artisti che possono donare ‘qualcosa’ in cambio.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.
Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.