Ex patron Renault-Nissan Ghosn chiede annullamento processo

Dmo

Roma, 24 ott. (askanews) - Carlos Ghosn, ex patron di Renault e Nissan, ha accusato i procuratori di "atti illegali" e ha chiesto l'annullamento del processo a suo carico in corso in Giappone. Ghosn ha sostenuto che ci sia stata collusione tra la giustizia giapponese e Nissan.

Gli avvocati hanno presentato questi argomenti nell'udienza preliminare del processo che si aprirà ad aprile. Secondo i legali si tratta di accuse "politicamente motivate". L'indagine contro Ghosn "è totalmente illegale e pregiudiziale", si legge in un documento ottenuto da Afp in cui si parla di "abuso delle autorità pubbliche incaricate delle indagini penali" in un contesto "di discriminazione razziale, di nazionalità e di status sociale".