Testa a testa in Emilia, centrodestra avanti in Calabria. Cosa dicono li primi exit poll

Testa a testa in Emilia Romagna tra il candidato del centrosinistra, Stefano Bonaccini, e la candidata del centrodestra, Lucia Borgonzoni. In Calabria, invece, si profila una netta vittoria del centrodestra, con la candidata Jole Santelli che avrebbe un vantaggio di circa 20 punti sul candidato del centrosinistra Filippo Callipo.

Si tratta dei primi exit poll, quindi di dati ancora troppo parziali. Ma se in Calabria il vento soffiava già da settimane a favore della candidata a governatore del centrodestra, in Emilia i sondaggi hanno avuto nelle ultime giornate un andamento altalenante, dando in un primo momento in vantaggio il governatore uscente, per poi subire un piccolo ribaltamento e vedere la candidata leghista primeggiare, anche se per pochi punti percentuali.

Da segnalare, sin da subito, il risultato non certo eclatante che incasserebbero i 5 stelle: non piùdel 5% per il candidato pentastellato in Emilia, tra il 7 e l'11% in Calabria.

A meno di un'ora dalla chiusura dei seggi, la fotografia, tutta in divenire, lascia prefigurare un duello all'ultimo voto nella regione storicamente 'rossa': al presidente uscente e ricandidato del centrosinistra, Stefano Bonaccini, esponente del Pd, gli exit poll assegnano una forbice del 47-51%, in vantaggio di circa 3 punti percentuali sulla sfidante, la leghista Lucia Borgonzoni, data tra il 44 e il 48%. Netto il distacco di entrambi sul candidato del Movimento 5 stelle, Simone Benini, che avrebbe una forchetta tra il 2 e il 5%.

Anche il secondo exit poll del Consorzio Opinio Italia per la Rai per le elezioni regionali in Emilia Romagna indica il candidato del centrosinistra e governatore uscente Stefano Bonaccini in testa con una percentuale tra il 48 e il 52%, rispetto al della candidata di centrodestra Lucia Borgonzoni al 43-47%. Rispetto al primo exit poll la forbice si è allargata di un punto a favore di Bonaccini.​