Expo 2030, ambasciata in Tanzania rafforza impegno candidatura Roma

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 6 giu. (askanews) - Le celebrazioni per la Festa Nazionale hanno offerto all'ambasciata d'Italia a Dar es Salaam una preziosa occasione per intensificare l'azione promozionale per la candidatura di Roma ad ospitare l'Expo 2030: è stata lanciata un'iniziativa mediatica che terminerà il 10 giugno 2022 e che si sostanzia in una campagna d'affissione pubblicitaria, interventi sui quotidiani locali e sui social media.

Stando a quanto reso noto dall'ambasciata, il momento centrale è stato la celebrazione presso la residenza dell'ambasciata d'Italia a Dar es Salaam della Festa della Repubblica. Nell'occasione, grazie all'opera di maestranze locali formate dai missionari italiani, è stato allestito un palco che richiamava la facciata del Pantheon, simbolo di inclusività per eccellenza, e, grazie al contributo di un noto atelier di Dar es Salaam, è stato dato un tocco di romanità all'evento. Alla presenza della ministra degli Esteri, ambasciatrice Liberata Mulamula, è stato presentato il video promozionale sulla candidatura di Roma per l'Expo 2030, nel corso del quale il sindaco Roberto Gualtieri illustra il tema scelto per l'Expo di Roma e le ragioni che porteranno al successo della manifestazione in parola.

L'impiego di banner su Roma Expo 2030 ha consentito ad alcuni tra i più importanti influencer e protagonisti del mondo dello spettacolo della Tanzania (decine di milioni di follower sui loro social media) di pubblicizzare la candidatura capitolina. L'ambasciatore Marco Lombardi, nell'esprimere soddisfazione per gli obiettivi sin qui raggiunti, ha posto un particolare accento sul fatto che l'azione a sostegno della candidatura di Roma ad Expo 2030 continua tramite intensi contatti con le competenti autorità della Tanzania.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli