##Expo 2030, domani Gualtieri a Parigi per consegnare dossier Roma

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 6 set. (askanews) - Il sindaco di Roma Roberto Gualtieri vola a Parigi con il presidente del Comitato promotore Expo Roma 2030, Giampiero Massolo, per consegnare domani a mezzogiorno, presso la sede del Bureau International des Expositions (Bie), il dossier di candidatura della Capitale come ospite dell'edizione 2030 del grande evento internazionale.

La proposta italiana dedicata a "Persone e Territori: Rigenerazione, Inclusione e Innovazione", in linea con le esposizioni di Dubai e Osaka, verrà affidata al segretario generale del Bie, Dimitri Kerkentzes, da Massolo e dal primo cittadino della Capitale, accompagnati, in rappresentanza del Governo, dal sottosegretario del ministero degli Affari e della Cooperazione Internazionale (Maeci), Manlio Di Stefano.

I primi highlights della proposta italiana verranno anticipati alla stampa al termine dell'incontro istituzionale dalla delegazione, dalla quale traspare un moderato ottimismo, nonostante il sostegno annunciato ieri dal presidente cinese Xi Jinping alla candidatura della capitale dell'Arabia Saudita Riad. A concorrere contro Roma sono in campo anche Busan (Corea del Sud) e la città ucraina di Odessa.

Per novembre 2023 è attesa la decisione finale del Bie dalla quale dipende il recupero green dell'intero quadrante della Romanina, nella periferia sud-est della Capitale, con il riutilizzo delle Vele di Calatrava, una delle grandi opere incompiute della città oggi abbandonate. Si punta sui fondi pubblici e privati mobilizzati da Expo anche per rafforzare la rete dei trasporti metropolitani e creare un grande corridoio di mobilità verde tra il vecchio Foro e il nuovo forum dell'area espositiva.

"Roma si aggiudicherà Expo al primo turno", aveva dichiarato nel luglio scorso il sindaco Gualtieri in Campidoglio, in occasione degli Stati Generali da lui convocati per rafforzare la candidatura, ufficializzata dal presidente del Consiglio uscente Mario Draghi il 14 dicembre 2021 nella Assemblea Generale del Bie. E proprio quel 21 luglio, però, il sindaco aveva dovuto rinunciare al sostegno del premier, atteso a Palazzo Senatorio ma assente per il precipitare repentino della crisi di Governo.

Il 3 marzo presso il Padiglione Italia di Expo 2020 a Dubai è stato presentato il logo ufficiale e resa nota la location di Tor vergata come sito per l'Esposizione. Il 19 maggio l'Assemblea Capitolina ha approvato la delibera relativa alla costituzione del Comitato Expo 2030 e alla proposta di Statuto. Prima della fine dell'anno Roma saprà se potrà avviare i nuovi cantieri o rinunciare all'evento tanto ambito.