Expo, ad Antonio Acerbo contestato danno erariale da 1,5 milioni

redazione web
Expo, a Antonio Acerbo contestato danno erariale da 1,5 milioni

E' Antonio Acerbo l'ex manager di Expo al quale la procura regionale della Corte dei Conti della Lombardia ha notificato un atto di citazione per un danno erariale da oltre un milione e mezzo di euro nell'ambito del procedimento di responsabilità amministrativa istruito per la gara delle Vie d'Acqua Sud e del collegamento Darsena - Expo indetta da Expo 2015 Spa.

L'attività investigativa diretta dalla Procura della Repubblica di Milano ha consentito l'avvio dei procedimenti paralleli di responsabilità erariale da parte della procura regionale della Corte dei Conti, con l'aiuto del Nucleo di Polizia Tributaria di Milano della Guardia di Finanza. Proprio Acerbo era stato nominato responsabile unico del procedimento e presidente della commissione aggiudicatrice della gara. L'appalto è stato aggiudicato nel 2012 a un raggruppamento di imprese guidato dalla Maltauro di Vicenza e è stato realizzato solo in parte.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità