Ezhaya (Astoi): caduta del governo danneggia turismo e Paese

featured 1632658
featured 1632658

Milano, 23 lug. (askanews) – “Sicuramente è una situazione che danneggerà il turismo, in primo luogo perché l’instabilità è una condizione che indebolisce qualsiasi comparto economico, ma aggiungo che il turismo sarà colpito anche dalle ricadute

economiche legate alla caduta del governo. A questo si aggiunge il fatto che tutte le pratiche che erano in corso, come per esempio il discorso dei 39 milioni di euro di ristori che non sono ancora stati distribuiti, così come le circolari Inps per la

decontribuzione e tante altre richieste che avevamo pendenti con il governo, dovranno purtroppo probabilmente slittare in avanti. Questo significa, come nel gioco dell’Oca, ricominciare da capo perché ci sarà un nuovo governo, un nuovo ministero, sempre che venga confermato il dicastero dedicato al Turismo, ma dovremo ricominciare le negoziazioni, e questo non aiuta sicuramente. Ma quello che più amareggia è il fatto che secondo noi il Paese ha fatto un grandissimo autogol a livello politico ed economico”. Lo

ha detto ad Askanews il presidente di Astoi Confindustria Viaggi, commentando dal punto di vista degli operatori del turismo, la situazione politica.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli