F2: morto il pilota francese Hubert dopo spaventoso incidente a Spa

L'auto di Anthoine Hubert dopo l'incidente (Photo by REMKO DE WAAL/AFP/Getty Images)


E' morto il pilota francese Anthoine Hubert che era stato ricoverato d'urgenza in ospedale dopo essere stato coinvolto nel terribile incidente avvenuto nel pomeriggio di sabato 31 agosto durante la Gara-1 del Gran Premio di Formula 2, sul circuito di Spa-Francochamps, in Belgio.

Nell'impatto era state coinvolte almeno tre auto monoposto (quella di Hubert, quella dello statunitense Juan Manuel Correa e del giapponese Marino Sato) al secondo dei 25 giri programmati. Hubert, che era finito contro un muro dopo aver cercato di evitare Alesi, è stato colpito da Correa, che è arrivato a una velocità di oltre 250 km/h.


Anthoine Hubert a Monaco (Photo by Andrea Diodato/NurPhoto via Getty Images)


Hubert e Correa sono stati portati al pronto soccorso. Quest'ultimo avrebbe entrambe le gambe fratturate. Non c'è stato nulla da fare invece per il pilota francese, 22 anni, deceduto alle 18:35.

La Federazione internazionale dell'automobile (Fia) ha diffuso un comunicato che conferma il decesso del giovane e che aggiunge: "Il pilota dell'auto numero 12, Juan-Manuel Correa, è in condizioni stabili ed è in cura all'ospedale di Liegi. Maggiori informazioni sulle sue condizioni verranno fornite quando saranno disponibili. Il pilota della monoposto numero 20, Giuliano Alesi, è stato visitato nel centro medico del circuito e sta bene. La Fia ha avviato un'indagine sull'incidente".



Guarda anche: Leclerc: “Jerez, la mia vittoria più importante”