F.Boccia: ascolterò tutti i governatori ma basta ignorare Carta

Rea

Roma, 8 set. (askanews) - "Andrò da tutti i governatori. Se improntiamo il rapporto a collaborazione chiara netta, senza pregiudizi e verità inconfutabili, abbiamo il dovere di ascotlare anche l'altro. Io non reagirò alle provocazioni, ma visto il gran numero di leggi impugnate davanti alla Consulta se si va avanti ignorando la Costituzione si finisce fuori strada. Io non rispondo alle provocazioni, non voglio litigare con nessuno, ma voglio anche essere ascoltato". Lo ha detto il ministro per gli Affari Regionali Francfesco Boccia, ai microfoni di SkyTg24.

Sul tema specifico dell'Autonomia, Boccia spiega che "i Livelli Esenziali di Assistenzea non sono un passaggio sbagliato ma il centro del ragionamento che dobbiamo fare. Penso che siano buoni spunti e che c'era anche un buon punto di incontro sulla scuola" ma "si è arenato perchè la maggioranza non era in grado di portarlo avanti". In generale "penso ci si debba tenere per mano", perchè non c'è contrapposizione fra Nord e Sud".