F.Boccia: i pop corn di Renzi hanno portato a Salvini leader

Rea

Roma, 23 lug. (askanews) - "Il panorama politico è composto da tre blocchi: la destra di Salvini, il centrosinistra che non l'ha distrutto certo Zingaretti che prova a ricostruirlo, e il M5s. Poi abbiamo una legge elettorale proporzionale, voluta dal nostro ex segretario che però, ora, teorizza il maggioritario. Se non vogliamo condannarci all'irrilevanza, dobbiamo provare, su alcune grandi questioni, a dialogare. E tenuto conto che con Salvini non ci può essere nessun confronto culturale, va da sé che le parole di Franceschini siano di buon senso. La politica non si fa con i pop corn, ma sommando forze ed energie su alcune grandi questioni". Così Francesco Boccia, deputato e responsabile economia e società digitale del Partito Democratico, in un'intervista al Tempo.

"Lega e M5s su immigrazione, Autonomia, politica estera, nel rapporto con l'Europa - continua Boccia - hanno posizioni completamente diverse. E un grande partito politico che fa? Prova a disarticolare questa maggioranza. Vogliamo dialogare con quella parte dell'elettorato 5stelle e quella dirigenza che non è contaminata dal salvinismo. Di Maio è contaminato, non è più credibile. Non è certo lui il nostro interlocutore. Sta solo cercando di sopravvivere ai suoi errori. In questa legislatura non si possono fare alleanze. La legislatura è compromessa e finita, non penso che sia possibile fare un governo con i 5stelle. Ma è possibile trovare delle intese su alcuni temi come l'Autonomia. Nell'elettorato dei pentastellati - conclude- vedo molti nostri ex elettori ai quali dico tornate a casa. E se non riusciamo a farli tornare a casa almeno ci dialoghiamo e facciamo un accordo su temi condivisi. È così eretico?".