F.Boccia a Renzi: dopo pop corn cambia linea, Pd non è un bus

Cos

Roma, 11 ago. (askanews) - "Ricapitolando: stamattina il teorico della politica dei pop corn, dei #senzadime, del 'mai con il M5S'... (strategie che hanno contribuito a far arrivare Salvini al 40%...) propone un governo con il M5S per fermare Salvini. Un capolavoro di coerenza e lungimiranza. Non sarebbe stato più corretto venire in direzione, proporre le sue tesi, sottoporle a un confronto costruttivo e a un voto? Non sarebbe più semplice lavorare al fianco del segretario Zingaretti per dare un contributo al dibattito non semplice ma fondamentale sul futuro del paese dopo i disastri del Governo Lega-M5S che ancora una volta passa da una decisione di una grande comunità come quella democratica? Il Pd non è un autobus su cui salire quando capita. È il partito dei progressisti e dei riformisti italiani". Così Francesco Boccia, deputato PD e Responsabile Economia e società digitale del Partito Democratico, suo suo blog su Huffington Post.

"Caro Renzi, Nicola Zingaretti il segretario eletto dalle primarie di cinque mesi fa con oltre un milione e seicentomila elettori, indica una linea politica chiara, vieni nella prossima direzione, portaci il tuo contributo e voteremo insieme le scelte definitive che farà il Pd dopo la caduta governo Lega-M5S. Scelte che terranno conto esclusivamente degli interessi degli italiani e del confronto istituzionale con il presidente della Repubblica. Il teorico dei pop corn ha cambiato linea. Il PD non è un autobus e il segretario è Zingaretti", conclude Boccia.