F1: ad Volkswagen, 'Audi e Porsche preparano i motori per il circus'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Wolfsburg, 2 mag. (Adnkronos) – Le case automobilistiche Audi e Porsche, filiali del gruppo Volkswagen (Vw), hanno iniziato a sviluppare i rispettivi motori per la Formula 1 come parte dei loro piani per partecipare alla competizione, secondo quanto annunciato dall'ad della VW Herbert Diess. "Entrambi hanno iniziato a sviluppare motori", ha detto Diess in un evento organizzato da due giornali locali ("Wolfsburger Allgemeine Zeitung" e "Wolfsburger Nachrichten").

Il manager ha giustificato l'approvazione del consiglio di sorveglianza del gruppo in vista della prospettiva di un maggiore incremento dei ricavi derivanti dall'ingresso nella massima competizione automobilistica. "Abbiamo ricevuto la promessa che porteremo più soldi al Wolfsburg con la F1 che senza di essa", ha detto. Porsche e Audi aspirano a competere nella classe regina del motorsport a partire dal 2026. In assenza di un regolamento confermato, dal 2026 i motori ibridi funzioneranno con carburante completamente sostenibile. Allo stesso modo, è previsto che il motore a combustione dell'unità di trasmissione fornisca solo il 50 percento della potenza, mentre il resto sarà elettrico. Questa configurazione si adatta alle prospettive future verso cui si sta dirigendo l'industria automobilistica.

Diess ha chiarito che il gruppo Volkswagen non parteciperà ai progetti delle sue controllate in Formula 1. Annunciando che quelli legati alla Porsche sono già "abbastanza concreti". Credeva anche che, in quanto marchio più sportivo del gruppo, Porsche dovesse essere coinvolta negli sport motoristici. "Se Porsche si dedica al motorsport, la cosa più efficiente è correre in Formula 1", ha detto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli