F1: commissione, sì al congelamento dei motori dal 2022, si discute su sprint race

·1 minuto per la lettura
F1: commissione, sì al congelamento dei motori dal 2022, si discute su sprint race
F1: commissione, sì al congelamento dei motori dal 2022, si discute su sprint race

Roma, 11 feb. – (Adnkronos) – Congelamento delle power unit dal 2022 e un'apertura alla Sprint Race del sabato: un "ni" più che un "sì" in questo secondo caso. È quanto emerso dalla F1 Commission nell'incontro che si è svolto a Londra e dove all’unanimità (10 team, 10 membri FIA e 10 della Formula 1) è stato approvato l'engine freeze – il blocco dello sviluppo dei motori, appunto – che entrerà in vigore dal prossimo anno. La decisione nascerebbe dalla ferma volontà della Red Bull, che non avrebbe più garantito la propria permanenza in Formula 1 se la regola non fosse passata. La posizione del team anglo-austriaco sarebbe quindi strettamente legata all’addio al Circus del fornitore Honda al termine del Mondiale 2021; a Milton Keynes avrebbero già raggiunto un accordo con la casa giapponese per gestire in proprio i propulsori. Sul 'freezing' dei motori, però, ci sono degli aspetti ancora da discutere, chiarire e confermare, a cominciare dalle modalità con cui entrerà in vigore. Stesso discorso per l'introduzione della Sprint Race al sabato: un ok di massima c'è stato per testare il format nei GP di Canada, Monza e Brasile, ma anche in questo caso sarà necessario discutere ulteriori dettagli sul format (motori, gomme).