F1: Hamilton, 'quest'anno la battaglia sarà più serrata' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Il sette volte campione del mondo torna a parlare del tema, a lui molto caro, dei diritti umani. "Non sono io a scegliere dove andiamo a correre, ma se rifletto sulla posizione che abbiamo credo che la questione dei diritti umani sia qualcosa che va oltre la questione politica. Non so se è responsabilità della F1, ma non basta andare in certi paesi, correre e andare via".

"Il 2020 è stato pesante per me, ma abbiamo imparato tanto sulle cose che accadono nel mondo -sottolinea Hamilton-. Mi ha dato grande responsabilità ed energia non restare in silenzio come qualcuno vorrebbe facessi. Inginocchiarmi è stato un segnale di vicinanza contro le discriminazioni. Questo gesto può portare a far capire i più piccoli e i loro genitori sul perché lo facciamo, su cosa c'è dietro. E può essere il momento giusto per farlo".