F1, Imola riaccende i motori il primo novembre -2-

Red/Gca

Roma, 24 lug. (askanews) - "Abbiamo fatto parlare i fatti- afferma il presidente della Regione, Bonaccini-. Lavorando insieme, facendo ognuno la sua parte in un efficace gioco di squadra, abbiamo riportato nella terra della velocit il Gran Premio di F1. Dopo il doppio appuntamento di settembre a Misano di MotoGP, un altro successo straordinario per l'Emilia-Romagna dello sport, del turismo e dei grandi eventi che vuole ripartire e vuole tornare a vincere dando il meglio di s e mostrando il meglio di s, a partire dalla passione, dal talento, dall'accoglienza e dalla grande capacit ricettiva. Oltre alla soddisfazione, c' anche l'orgoglio di una manifestazione mondiale che, per la prima volta, identificata con il nome non di una citt o di una nazione, ma di un territorio regionale: il Gran Premio dell'Emilia-Romagna. Una regione che con la sua Motor Valley, unica al mondo, rappresenta la storia e soprattutto il futuro dell'automotive. Un risultato impensabile fino a qualche mese fa- chiude il presidente della Regione-, frutto della nostra caparbiet. Non ci siamo voluti arrendere nemmeno di fronte alla pandemia e abbiamo lavorato insieme ai territori, nel rispetto di tutti i protocolli di sicurezza a garanzia della salute dei piloti, dei loro team e degli organizzatori, per realizzare un evento indimenticabile. Tutti insieme, lo ripeto, abbiamo agito coi fatti, come siamo abituati a fare qui".

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.