F35, vicepresidente Camera Di Maio: Parlamento può porre veti

Roma, 3 lug. (LaPresse) - Il Vice Presidente della Camera, Luigi Di Maio esprime forte preoccupazione per l'atteggiamento assunto dal Consiglio Supremo di Difesa che oggi si è riunito al Quirinale. Lo comunica una nota dell'ufficio stampa della Camera. "A quanto si apprende- si legge nella nota - dal Comunicato finale, il Parlamento non avrebbe 'un diritto di veto su decisioni operative' in materia di difesa.

Il Vicepresidente della Camera sostiene che Il Parlamento può, senz'altro, porre veti. Infatti, relativamente al programma F35, la Camera, lo scorso 26 giugno, con una mozione dichiarata ammissibile dalla Presidenza, ha impegnato il Governo 'a non procedere a nessuna fase di ulteriore acquisizione senza che il Parlamento si sia espresso nel merito ai sensi dell'art. 4 della legge 31 dicembre 2012, n.244'". "Il Vice Presidente Luigi Di Maio, si porrà sempre a difesa delle prerogative del Parlamento", conclude la nota.

Ricerca

Le notizie del giorno