Fa indigestione di fichi: tasso sviene per i troppi zuccheri

·1 minuto per la lettura
Tasso sviene dopo aver mangiato troppi fichi
Tasso sviene dopo aver mangiato troppi fichi

Un tasso è svenuto a causa dei troppi fichi ingeriti.

Tasso sviene dopo aver mangiato troppi fichi: l’epidosio avvenuto a Sestola

È successo a Sestola, in provincia di Modena, domenica 12 settembre. Un tasso goloso aveva raggiunto una pianta di fichi e mangiato così tanti di quei frutti caduti a terra da stare male e svenire.

Tasso sviene dopo aver mangiato troppi fichi: salvato dai volontari del Centro fauna selvatica Il Pettirosso

L’episodio è stato documentato live su Facebook dai volontari del Centro fauna selvatica Il Pettirosso che, chiamati da Romano Bazzani, un uomo del posto che aveva notato l’animale a terra, hanno salvato il tasso. Bazzani aveva infatti notato che l’animale non era morto, poiché si muoveva, anche se poco.

I volontari hanno inizialmente pensato che il tasso fosse ferito, poi hanno capito che l’animale, come riportato da alcune testate locali, era in uno “stato comatoso per eccesso di zuccheri”, determinato dall’elevato tasso alcolico causato dalla fermentazione dei fichi.

Tasso sviene dopo aver mangiato troppi fichi: trasportato in una struttura idonea per le cure necessarie

Il tasso è stato trasportato in una struttura specializzata in via Nonantolana per verificare che la mangiata non avesse provocato seri danni. Gli sono inoltre state prestate le cure necessarie, anche tramite flebo. Nel caso in cui non dovessero essere riscontrati particolare problemi, l’animale sarà rimesso in libertà una volta smaltita l’indigestione.

Leggi anche: Napoli, posta sotto sequestro ambulanza senza copertura assicurativa

Leggi anche: Roma, 19enne si impicca al terrazzo con un lenzuolo dopo aver litigato con la fidanzata: è gravissimo

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli