Fabbrica abusiva di lavorazione marmi sequestrata a Napoli

Psc

Napoli, 3 feb. (askanews) - Un'azienda di lavorazione marmi, totalmente abusiva, è stata scoperta e sequestrata a Napoli dagli agenti dell'Unità operativa Stella della Polizia municipale. Nell'ispezionare l'area, in via Nuova del Campo, i caschi bianchi hanno rinvenuto un ingente quantitativo di polveri residue della lavorazione accumulate e lasciate libere di disperdersi nell'aria. Polveri che rappresentano una vera minaccia per la salute pubblica e per l'ambiente. All'interno del perimetro dell'attività abusiva sono stati individuati e delimitati, con nastro bicolore, altri cumuli di rifiuti speciali e pericolosi: bidoni di solventi chimici e collanti, residui metallici, plastici e vernici. Vi erano, inoltre, anche due grandi capannoni costruiti senza alcuna autorizzazione e, all'interno di uno di questi, nascosta sotto alcune lastre in marmo, è stata notata una grande vasca di raccolta delle acque di lavorazione non a norma e priva di tenuta stagna che lasciava permeare i liquidi nel terreno e raggiungere la falda acquifera inquinandola. L'area è stata sottoposta a sequestro, il titolare denunciato ed elevate sanzioni per oltre 30mila euro.