Fabiana Dadone: “5 miliardi per la Pubblica Amministrazione”

fabiana dadone pubblica amministrazione

L’obiettivo principale è “siglare un nuovo patto tra PA e società civile, aprire il palazzo e valorizzare il merito“. Così il neo ministro della Pubblica Amministrazione Fabiana Dadone illustra i punti cardine del proprio programma per il Ministero di Corso Vittorio. L’esponente del M5s ha inoltre annunciato 5 miliardi per i dipendenti statali e quasi 9 mila nuovi posti di lavoro.

Fabiana Dadone sulla Pubblica Amministrazione

Durante un’intervista al Messaggero, Fabaiana Dadone, il neo ministro della Pubblica Amministrazione, ha dichiarato di voler modernizzare il settore. Molti sono gli obiettivi fissati per il 2021 della politica di M5s che conta di riuscire a trovare fino a 5 miliardi per i lavoratori statali. “La cosa più importante è siglare un nuovo patto tra Pubblica Amministrazione e società civile. Dobbiamo valorizzare il merito con valutazioni sempre più oggettive di dirigenti e dipendenti e stimolare la formazione continua”, ha dichiarato la pentastellata. L’obiettivo è quello di “aprire il palazzo” perché “la PA non è una torre d’avorio e ha bisogno dell’apporto di tutti, dalle imprese al terzo settore, dai territori ai cittadini stessi”Poi non dimentichiamo i contenuti del Patto per la semplificazione 2019-2021 e penso soprattutto ai rapporti con le aziende: dobbiamo arrivare a una piena interoperabilità degli Sportelli unici per le attività produttive e delle banche dati, in un solo portale web bisogna poter trovare tutte le informazioni utili alle aziende, bisogna eliminare la proliferazione dei controlli fotocopia, standardizzare la modulistica e disturbare il cittadino per chiedere informazioni solo una volta, solo quando strettamente necessario”.

La Dadone ha concluso affrontando la questione del rinnovo dei contratti statali: “Nell’ultima legge di Bilancio è già stato fatto un grosso sforzo, ma questo governo è pronto a implementare l’impegno con ulteriori risorse. E ricordo che abbiamo circa 900 milioni in tre anni per assunzioni straordinarie. Stiamo parlando di 8.400 nuovi posti fino al 2021. L’obiettivo è trovare i 5 miliardi e li troveremo”.