Fabiana Dadone, chi è il nuovo ministro della Pubblica amministrazione

fabiana-dadone-chi-e

Sono molti i nomi nuovi che a breve presteranno giuramento per far parte del prossimo esecutivo guidato da Giuseppe Conte. Tra questi anche la parlamentare del M5s Fabiana Dadone, che sarà a capo del ministero per la Pubblica amministrazione. La Dadone andrà a ricoprire il ruolo che in precedenza era della leghista Giulia Bongiorno, già senatrice nonché celebre avvocato nota per le sue difese a personaggi della politica e dello spettacolo.

Fabiana Dadone, ministro per la Pa

Nata a Cuneo il 12 febbraio del 1984, Fabiana Dadone si laurea in giurisprudenza svolgendo il praticantato da avvocato nel comune di Ceva. È durante questi anni che si avvicina al neonato Movimento 5 Stelle, iniziando a distinguersi in alcune sue battaglie. È merito suo ad esempio lo scioglimento della giunta del comune di Mondovì, in merito alla quale la Dadone nel 2012 aveva presentato un ricorso per il mancato rispetto delle quote di genere. Nel parlare di queste sue prime esperienze, la Dadone aveva affermato in passato: “Non mi sono mai occupata di politica ma mi è piaciuta da subito l’idea di Grillo di riportare la politica attiva al popolo con un nuovo slogan 1=1”.

Con le elezioni politiche del 2013 viene eletta alla Camera dei Deputati a soli 29 anni, entrando a far parte come capogruppo M5s della Commissione Affari Costituzionali, della Presidenza del Consiglio e Interni. Nel febbraio del 2015 diventa capogruppo alla Camera del M5s, subentrando al parlamentare grillino Andrea Cecconi.

La carriera nel Movimento

Nel settembre del 2018, la Dadone viene nominata nuovo referente della piattaforma Rousseau in sostituzione di Alfonso Bonafede all’epoca ministro della Giustizia. Lo scorso giugno è stata inoltre scelta da Luigi Di Maio come uno dei nuovi probiviri del Movimento. Nel commentare la sua nomina a ministro, Fabiana Dadone ha scritto sul suo profilo Facebook: “È un onore ed un privilegio essere Ministro della Pubblica Amministrazione”.