Fabrizio Corona ai domiciliari per un anno: "Deve curarsi"

·1 minuto per la lettura

Per Fabrizio Corona il Tribunale di Sorveglianza di Milano ha disposto il differimento della pena per un anno nella forma della detenzione domiciliare. L'ex agente fotografico, che deve ancora scontare 5 anni e 5 mesi di reclusione, secondo i giudici necessita di cure e della prosecuzione del percorso terapeutico in essere per i suoi problemi psichiatrici anche fuori dal carcere. Nel corso dell’udienza di oggi il procuratore generale ha chiesto che fosse disposta una perizia medico-legale nei confronti di Corona, mentre i suoi legali, Antonella Calcaterra e Ivano Chiesa, hanno insistito per la concessione del differimento della pena per motivi di salute, nella forma della detenzione domiciliare, misura già in esecuzione in via provvisoria. I giudici del Tribunale di Sorveglianza hanno ritenuto di non dover disporre la perizia e hanno disposto il differimento ad alcune condizioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli