Facchinetti, denuncia contro McGregor: "Non mi fermo nemmeno per 10 milioni"

·1 minuto per la lettura

"Se" Conor McGregor "dovesse offrirmi 10 milioni di euro per farmi ritirare la denuncia e farmi stare in silenzio, direi di no". Francesco Facchinetti non ha nessuna intenzione di ritirare la denuncia contro Conor McGregor dopo la presunta aggressione subita a Roma lo scorso 17 ottobre.

"In tanti me lo chiedono, sembra che abbia stoppato tutto: assolutamente no. Abbiamo depositato la denuncia, stiamo aspettando che venga nominato un pm. Spero che la legge faccia il suo corso. Purtroppo pare che in quella stanza non ci fossero le telecamere. C’erano subito fuori, quindi si vedranno le immagini di McGregor e mie, confido nell’hotel. Se avessi fatto tutto questo per soldi, sarei stato in silenzio e non avrei denunciato", dice Facchinetti su Instagram.

"Avrei mandato all’avvocato del signor McGregor tutto quello che avevo in mano, chiedendo un risarcimento per il mio silenzio. E invece, non me ne frega nulla dei soldi. Se dovesse offrirmi 10 milioni di euro per farmi ritirare la denuncia e farmi stare in silenzio, direi di no. Bisogna fermare una persona altamente pericolosa, che potrebbe tirare un pugno a qualcun altro e fargli veramente male", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli