Facchinetti-McGregor: depositata la denuncia. Ma c'è qualcosa che non torna

·2 minuto per la lettura
(Foto Instagram)
(Foto Instagram)

Lo aveva promesso, anche via social network, e alla fine Francesco Facchinetti ha davvero denunciato Conor McGregor, reo di avergli dato un pugno senza motivo in un hotel di Roma. La querela è stata depositata presso la Procura di Roma. Ma non tutto torna. Infatti, come evidenzia l'edizione romana di Repubblica, ci sarebbe una discordanza sugli orari dell'aggressione e della richiesta di soccorsi. 

LEGGI ANCHE: Francesco Facchinetti picchiato da Conor McGregor: "Potevo morire". Ecco tutto quello che è successo

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Francesco Facchinetti aggredito da Conor McGregor: “Una persona violenta e pericolosa”

Nella denuncia, Facchinetti racconta tutto quello che ha spiegato ai fan su Instagram: l'incontro con Conor McGregor in una saletta al piano terra dell’hotel St. Regis di Roma, dove il lottatore alloggiava da mercoledì con sua moglie, i loro tre figli e sua madre. La serata divertente e poi l'aggressione immotivata. "Abbiamo parlato per più di due ore e ci siamo divertiti. Benji e la moglie volevano andare a dormire. Improvvisamente, davanti a 10 testimoni, McGregor mi ha tirato un pugno in bocca, mi ha spaccato il labbro. Mi è uscito il sangue", ha raccontato Facchinetti.

LEGGI ANCHE: Facchinetti dopo il pugno di Conor McGregor: “Ho un trauma cranico, non ritiro la denuncia”

GUARDA ANCHE IL VIDEO: McGregor aggredisce Facchinetti, la ricostruzione di Benjamin Mascolo: “Pugno sferrato da Conor a 30 cm da mia moglie, ero sotto shock”

stando al resoconto della polizia, tutto sarebbe avvenuto poco dopo la mezzanotte. Facchinetti, però, avrebbe chiamato i soccorsi tre ore più tardi. L'ambulanza sarebbe arrivata all'hotel alle 4.14. I sanitari avrebbero giudicato Facchinetti come un paziente da codice verde. Tutti i testimoni hanno confermato alla polizia la versione di Facchinetti. Ma non si trovano i filmati delle telecamere.
"Il mio avvocato ha chiesto il video dell’aggressione al St. Regis. Visto che il tutto è avvenuto non in una camera ma in un sala riunioni, se non ci danno tutti i video forse c’è qualcosa da nascondere, non solo l’aggressione", aveva detto Facchinetti. In effetti, le immagini sarebbero state acquisite, ma non quelle della sala riunioni, perché qui non ci sono telecamere visto che spesso viene utilizzata per riunioni private tra capi di Stato.

LEGGI ANCHE: Le Iene provano ad incontrare McGregor: Conor sfodera le sciabole

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Il messaggio social di Balotelli per Facchinetti

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli