Faccia a faccia di 4 ore tra Draghi e Macron a Marsiglia. Intesa su rilancio Ue e dossier Afghanistan

·1 minuto per la lettura

AGI - Il presidente francese, Emmanuel Macron ha salutato con "Benvenuto nella nostra bella città di Marsiglia, caro Mario Draghi" il presidente del Consiglio italia arrivato nella città francese per parlare sui temi di stretta attualità, tra cui Libia, e Afghanistan. "L'Italia e la Francia - ha detto Macron - condividono un patrimonio naturale eccezionale: il Mediterraneo, con tutta la sua biodiversità. Ci impegniamo ad agire ancora più insieme per proteggerlo maggiormente".

Da protocollo la cena sarebbe dovuta terminare alle 22 circa, ma Mario Draghi e Emmanuel Macron si sono seduti a tavola alle 20,30 e si sono alzati dopo le 24, ben oltre quindi l'orario previsto. Un faccia a faccia, nessun altro era presente durante una conversazione "a tutto tondo", come aveva anticipato il premier italiano. Più di quattro ore sulla terrazza del ristorante pluristellato "Le Petit Nice" a Marsiglia per discutere di Ue, Libia e Afghanistan principalmente.

Soprattutto dell'ultimo punto, con l'obiettivo di rilanciare la necessità che l'Ue si faccia carico dell'accoglienza dei rifugiati. Un segnale del rapporto privilegiato tra Macron e Draghi non solo la durata dell'incontro ma anche i sorrisi tra i due, la passeggiata prima di entrare al ristorante, i saluti affettuosi. La cena in realtà e' terminata intorno alle 23, dopo il caffe' e un cognac, poi Macron e Draghi hanno continuato a discutere, sempre da soli.

A conferma dell'asse tra Roma e Parigi su delicati dossier, a partire da quello sull'Afghanistan con il presidente francese che appoggia la proposta italiana di un G20 ad hoc da tenere dopo l'assemblea delle Nazioni unite.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli