“Faccio spuntare sotto l’asfalto la natura che ci manca”

·Giornalista praticante
·1 minuto per la lettura
Street Art - Energy Box (Photo: Pao)
Street Art - Energy Box (Photo: Pao)

(di Mauro Garofalo)

Da 20 anni Paolo Bordino, in arte Pao, disegna alberi e animali, “pianta” natura in città. A modo suo, con la street art: “Lo spazio urbano è cambiato”, racconta. “Vent’anni fa sono sceso in strada a dipingere perchè vedevo che quello per me era spazio pubblico, per tutti, veniva privatizzato dalla pubblicità, i luoghi aperti venivano recintati, secondo una logica di controllo. Per anni Milano ha seguito questo andamento. L’idea era riappropriarsi dello spazio, intendere la città non solo come capitale finanziaria, o dei servizi. Avevo in mente la riscoperta dell’agorà. Per questo con altri writer iniziammo a dipingere i muri e a trasformare, in maniera gratuita, quello stesso spazio che vedevamo sottratto alle persone. Volevamo soprattutto che la fruizione delle opere fosse gratuita. Volevamo trasformare la città, renderla inaspettata”.

L’arte di Pao è fatta così: panettoni di cemento trasformati in pinguini, delfini che spuntano da sotto l’asfalto. Una città di animali e piante, un’idea di futuro: “Nelle mie opere ci sono molti animali e piante, poco l’uomo: voglio portare il tema della protezione e della riscoperta della natura proprio nel luogo antropocentrico per eccellenza, dove la natura viene esclusa”. I delfini per esempio, ricorda il writer, “li usai per promuovere una campagna del Cts universitario a difesa dei delfini nel Mediterraneo; l’anno scorso a Catania ho disegnato sulla pavimentazione del metrò un enorme maremoto, come evento meraviglioso e terribile. Del resto stiamo perdendo il contatto con l’ambiente, sempre più incentrati su noi stessi. Per me invece i rischi ambientali sono una minaccia esistenziale”.

Delfini a Milano (Photo: Pao)
Delfini a Milano (Photo: Pao)

Murales al posto dei muri, palazzi come tele, la città come libro di una narrazione più grande, composta da singole...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli