FaceApp, nuovo boom: ecco filtro per cambiare sesso

webinfo@adnkronos.com

Prima il filtro che invecchiava i volti, ora quello che consente di cambiare genere: da uomo a donna e viceversa. FaceApp lancia una nuova funzione e fa il boom sui social. L'applicazione, che ha già riscosso notevole successo con la moda dei volti invecchiati, ora consente di modificare le fotografie sfruttando l'intelligenza artificiale e passando così al genere opposto.  

Scaricando FaceApp, disponibile per iOS e Android, si accede a un menù che prevede anche l'opzione 'sesso': una volta scelta la foto da modificare, basterà un clic sulla versione maschile o femminile per ottenere l'effetto desiderato. La foto può essere poi salvata e condivisa sui social o sulle chat.  

Il nuovo tormentone è già iniziato e porta con sé vecchi interrogativi sulla questione privacy e dubbi sulla sicurezza dell'app. FaceApp è prodotta da Wireless Lab, società basata a San Pietroburgo fondata a diretta da Yaroslav Goncharov, ex dirigente di Yandex, il principale motore di ricerca in Russia. Appena scaricata, l'app chiede l'autorizzazione di accedere alle foto conservate sullo smartphone, in modo da poterle modificare con i filtri.  

L'applicazione inizialmente non ha fornito informazioni precise su che fine facessero le foto caricate dagli utenti. Ma dopo il boom del filtro 'invecchiamento' aveva rimarcato di non condividere dati dell'utente con terze parti e che "i dati dell'utente non vengono trasferiti in Russia", assicurando inoltre che entro 48 ore dall'uso i dati vengono cancellati dal suo cloud.