Facebook, 46 Stati si uniscono a New York per indagine antitrust

A24/Pca

New York, 22 ott. (askanews) - Quarantasei Stati hanno deciso di affiancare lo Stato di New York nelle indagini su Facebook per possibili violazioni antitrust. Per Letitia James, procuratrice generale di New York, l'indagine è necessaria per verificare se Facebook abbia "soffocato la concorrenza e messo in pericolo i dati dei consumatori".

Il fatto che 46 Stati abbiano deciso di unirsi a New York, rendendo l'indagine bipartisan, rende evidente le preoccupazioni negli Stati Uniti, che potrebbero portare a grossi cambiamenti al modello di business del social network.

L'indagine degli Stati si aggiunge alle due indagini antitrust già aperte su Facebook dal dipartimento di Giustizia e dalla Federal Trade Commission.