Facebook ammette: localizzato utenti sempre anche senza consenso -2-

Dmo

Roma, 18 dic. (askanews) - Il senatore democratico Chris Coons e il repubblicano Josh Hawley hanno scritto al gigante dei social media per chiedere conto delle ragioni della raccolta di questo tipo di informazioni.

Facebook ha ammesso, quindi, la localizzazione degli utenti anche senza il loro consenso diretto. Nella risposta ai senatori il numero uno dei social network ha sottolineato che la definizione della posizione consente agli utilizzatori di fare ricerche in una certa zona e queste informazioni consentono tra le altre cose "di migliorare la pubblicità".