Facebook ha iniziato a nascondere i "mi piace"

A partire da oggi iniziano a sparire i "mi piace" da Facebook. La sperimentazione voluta da Mark Zuckerberg è partita dall'altra parte del mondo, in Australia, e per ora rimarrà confinata all'interno del Paese in attesa di analizzarne i risultati.

Si tratta di un'iniziativa già annunciata e che segue una tendenza già in corso, stavolta anche in Italia, su Instagram. Il "like" potrà ancora essere messo davanti a un post che suscita interesse ma il totale ricevuto sarà visibile solo per chi ha pubblicato il post. 

Julie Inman Grant, commissaria australiana per la sicurezza digitale, ha detto all'ABC che la rimozione del numero di "Mi piace" è "un passo positivo" e che potrebbe rendere i social media un luogo migliore dove passare il proprio tempo. "Tuttavia, si può fare di più", ha detto. "Incoraggiamo attivamente le società che hanno costruito queste piattaforme social a effettuare preventivamente valutazioni su rischi di questo tipo". 

L'obiettivo di Facebook è quello di ridurre il numero di contenuti privi di valore e costruiti solo per ottenere un numero sempre maggiore di approvazioni da parte di amici o seguaci. In questo modo, in teoria, sarà possibile incrociare contenuti di maggiore spessore e limitare la pressione sociale che piattaforme di questo tipo generano. Soprattutto tra gli adolescenti.   

Quella di Menlo Park non è stata una decisione presa alla leggera ma è il frutto di un lavoro intrapreso e condiviso con esperti del settore. La portavoce Mia Garlick, come riporta la BBC, ha riferito che sono stati consultati esperti di salute mentale, gruppi anti-bullismo ed esperti di tecnologia. 

Uno studio del Pew Research, uscito nel 2018, riportava come il 43% degli adolescenti americani di età compresa tra i 13 e i 17 anni, percepiva una crescente la pressione nel dover pubblicare contenuti che potessero essere apprezzati dal maggior numero di persone. 

Non è un cambiamento da poco. Il "pollice in alto" è a tutti gli effetti un marchio riconoscibile, un tratto caratteristico del colosso del web. Un simbolo d'approvazione e una prova per stabilire il grado di popolarità online raggiunta da. una pagina o da un profilo. Per questo, per ora, non ci sono ulteriori dettagli sul futuro di questo test e sull'eventualità che questa trasformazione diventi permanente.