Facebook, "rubati dagli hacker 533 milioni di dati"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

I numeri di telefono e i dati personali di 533 milioni di utenti Facebook di 106 Paesi differenti, tra cui indirizzo di casa e email, sono stati rubati dagli hacker. Lo riporta un report pubblicato da Business Insider, nel quale si specifica che del totale, 32 milioni sono utenti statunitensi, 11 milioni del Regno Unito, 6 milioni indiani.

"Sebbene siano vecchi di almeno un paio di anni - si legge - questi dati potrebbero essere utilizzati per rubare identità e commettere frodi online più credibili". Di diverso avviso Facebook, che tramite la portavoce Lily Sheperd ha replicato: "Sono vecchi dati il cui furto era stato già segnalato nel 2019" e "il problema è stato risolto nell'agosto di quell'anno".

Secondo il report, per quanto riguarda l'Italia i dati carpiti dagli hacker appartengono a circa 37 milioni di persone. Tra le informazioni rubate risultano anche il nome completo della persona, la località dove vive e quelle che ha visitato, la data di nascita e l'evenutale relazione in corso. Al momento, anche se la falla è stata scoperta, segnalata e chiusa da Facebook nel 2019, i dati potrebbero essere ancora in circolazione, soprattutto nel deep web e nelle chat di Telegram.