A Falciano del Massico un uomo di 42 anni blocca il convoglio e il capotreno chiama i carabinieri

La linea ferroviaria a Falciano del Massico
La linea ferroviaria a Falciano del Massico

In provincia di Caserta un uomo si mette davanti al treno e lo costringe a fermarsi: denunciato perché ubriaco e, si viene a sapre in queste ore, perché era anche sotto l’effetto di stupefacenti che i carabinieri chiamati a fermarlo gli hanno trovato addosso. A Falciano del Massico un uomo di 42 anni ha bloccato il convoglio e il capotreno ha chiamato i carabinieri ed allertato anche la polizia ferroviaria in servizio. Ma cosa era successo?

Ubriaco si mette davanti al treno

Che presso il locale scalo ferroviario Falciano-Mondragone-Carinola, i carabinieri del Reparto Territoriale di Mondragone hanno “denunciato in stato di libertà per interruzione di servizio pubblico, resistenza a un pubblico ufficiale e detenzione per uso personale di sostanza stupefacente, un 42enne algerino domiciliato a Sessa Aurunca”. E cosa aveva fatto l’uomo, che si pensava volesse suicidarsi? Il 42enne vagava sui binari. “I militari dell’Arma, intervenuti a seguito della segnalazione pervenuta al numero di pronto intervento 112 hanno trovato l’uomo in evidente stato di ebbrezza alcolica, mentre stazionava pericolosamente sul secondo binario causando l’interruzione del transito del treno regionale proveniente da Napoli e con destinazione Roma”.

Calci e sputi ai carabinieri, fermato

In un primo momento l’uomo è stato “persuaso dai carabinieri ad allontanarsi dalla sede della strada ferrata”, poi è stato accompagnato presso gli uffici della Stazione Ferroviaria, dove ha “aggredito i militari con calci e sputi, venendo però bloccato con il supporto del personale sanitario del servizio 118, fatto intervenire sul posto”. A seguito della perquisizione personale l’uomo è stato trovato “in possesso di 4,10 grammi di hashish, subito sottoposto a sequestro”. Per lui è scattata una denuncia notificata nelle ore della serata di ieri.