Falcone: Bini, 'esaltare impegno civile a servizio legalità'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 mag. (Adnkronos) – "Capaci, 23 maggio 1992. Sono trascorsi 29 anni da una delle stragi più crudeli della nostra storia. 500 kg di tritolo fatti esplodere nei pressi di Capaci mentre transitava la macchina con a bordo il magistrato antimafia Giovanni Falcone. Quel giorno, con lui, persero la vita la moglie Francesca e tre agenti della scorta e feriti altri 23 uomini". Lo scrive su Fb la sottosegretaria ai Rapporti con il Parlamento, Caterina Bini.

"Un uomo scomodo per la criminalità che sapeva bene dell’esistenza della mafia e che riuscì a contrastarla. Prima di lui, a Palermo, c’erano stati solo 10 ergastoli. Il suo lavoro portò all’istituzione. del maxi processo, definito un “capolavoro investigativo” giudiziario, che inflisse ben 430 ergastoli. Un risultato raggiunto grazie al lavoro con un pool di magistrati, tra cui Paolo Borsellino, e con l’impiego del 416 bis, il reato di associazione mafiosa. Oggi (ma non solo oggi!), nella Giornata della Legalità, ricordiamo e meditiamo sul sacrificio di un uomo di Stato che diede la vita per la giustizia e la lotta alla mafia. E’ nostro dovere onorare la sua memoria ed esaltare l’impegno civile al servizio della legalità."

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli