Falcone: Contrada, 'Lo incontrai cinque giorni prima della strage, struggente rimpianto' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Ricordo che il 18 maggio ero andato a testimoniare al processo per i delitti politici davanti alla Corte d'Assise che era presieduta dal Presidente Gioacchino Agnello. E, durante la mia testimonianza, il Presidente della Corte d'Assise di allora, mi pare Gioacchino Agnello, disse: 'Si sospende l'udienza per motivi di servizio'. Allora in quel momento mi alzai per allontanarmi e vidi entrare il dottor Falcone in compagnia di altre persone che lui accompagnava per la visita al bunker. Così ci incontrammo e ci salutammo. Mi parve di conoscere tra gli accompagnatori un magistrato, il direttore generale degli affari civili del Ministero della Giustizia". Alla domanda se avesse notato preoccupazione sul volto di Falcone, Contrada risponde: "Non notai nulla di tutto ciò. Ci siamo salutati velocemente senza soffermarci su nulla".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli